Trasferimento blog su nuovo sito

Il blog è trasferito a: www.economialiberta.com

06 febbraio 2013

ABBRACCIATE IL CAMBIAMENTO. LA SOLUZIONE E' INDIVIDUALE

Se guardiamo alla big picture, al grande quadro, vediamo che la crisi che l'occidente sta vivendo è la conseguenza della fase discendente di un enorme ciclo.

Le persone, libere di interagire, produrre, inventare, innovare, hanno messo le basi per una formidabile creazione di ricchezza che ha permesso un fenomenale aumento degli standard di vita per tutti.

La ricchezza attrae i parassiti e i governi hanno iniziato a prenderne un po' per sè. Lo hanno fatto tramite la tassazione diretta, l'inflazione o utilizzando la ricchezza delle persone come collaterale per contrarre debiti.
Quando dovrò renderti i soldi, semplicemente li prenderò dove sono, dai contribuenti!

Non vedete il circolo vizioso? Con quel debito i politici si sono comprati gli elettori, assicurandosi la poltrona; altro debito e così via; con l'effetto di annientare la morale individuale.

Di questo si nutre la bestia: della ricchezza creata dal sudore, dalla visione, dalla cooperazione degli uomini liberi. E mangia fino ad uccidere la sua stessa fonte di sostentamento: "Remember, democracy never lasts long. It soon wastes, exhausts, and murders itself. There never was a democracy yet that did not commit suicide." – John Adams (1814)

Inevitabilmente.



Ciò che vediamo sono quindi governi in bancarotta in combutta con banchieri insolventi che per mantenere lo status quo tentano di piegare la realtà a proprio favore a spese delle persone.

La reazione a questa violenza arriverà come sempre dalle persone libere, dal mercato, dall’invenzione, dai capitalisti. L’azione umana non verrà arrestata.

Ogni aumento del controllo del governo sulle nostre vite è un seme per la rinascita.

Ogni aumento del potere a Bruxelles è un seme per la disgregazione dell’Unione Europea e l’indipendenza di piccole regioni. La Catalogna, la Scozia, le Fiandre e il Veneto saranno probabilmente le prime.

Ogni tassa e regolamentazione dell’economia è un incentivo per altri posti nel mondo a richiamare persone, talenti e capitali e per questi a cercare nuovi lidi.

Ogni mancata riforma è il seme per la creazione di alternative di mercato ai servizi monopolizzati o avvelenati dallo Stato.

Ogni controllo sulla vita reale è un seme per la crescita di internet, un luogo di libertà in cui a costo zero (o quasi) è possibile servire miliardi di persone istantaneamente.

Le banche perderanno il loro ruolo e le persone si affideranno a persone indipendenti per i propri risparmi. La valute a corso forzoso perderanno la fiducia (unica cosa su cui si basano) e le persone troveranno nuovi mezzi di scambio, oro argento o monete virtuali. La vera essenza del sistema scolastico moderno verrà scoperto e le persone si affideranno a nuovi metodi di educazione. L’assistenza sanitaria passerà attraverso nuove strutture, la sicurezza e la giustizia pure.

Mentre i governi tartassano, bloccano e ingessano le persone, nel mondo ci sono centinaia di milioni di persone che sono pronte a dare il loro contributo all’avanzamento dell’uomo nella scienza, nella tecnologia, nella filosofia, nell’ingegneria, nell’educazione, nella letteratura, nelle relazioni sociali, nell’agricoltura, nei trasporti, nell’energia, nella comunicazione, nella robotica.

Ci sono progetti per la creazione di città private; progetti privati per l’esplorazione e il turismo spaziale, per lo sfruttamento delle risorse degli asteroidi. Crescono comunità di persone consapevoli del ruolo e dell'importanza degli imprenditori nella società, comunità di persone che si uniscono per fornire alternative al sistema educativo. La rivoluzione della stampa 3D sarà un nuovo tassello nella direzione del decentramento, in questo caso della produzione, dopo quello avuto grazie ad internet nel settore dell’informazione e della comunicazione.

Avranno successo coloro che si adatteranno al cambiamento. Coloro che non seguiranno più le regole del sistema. La soluzione è individuale.

Riecho
Editore EconomiaeLiberta.com

Nessun commento:

Posta un commento