Trasferimento blog su nuovo sito

Il blog è trasferito a: www.economialiberta.com

11 aprile 2013

OFFSHORE LEAKS. CHI SONO I VERI CRIMINALI?

Questo post farà arrabbiare parecchi di voi.
Molti di voi si indigneranno, mi insulteranno.

Lo facciano. E' esattamente il mio intento: fare selezione. Chi di voi non è d'accordo sul merito del post che segue, è invitato a deiscriversi dalla newsletter di questo blog e a non seguirmi più.

"La neolingua è una lingua artificiale artistica immaginata e descritta da George Orwell per il suo libro 1984. 
Fine specifico della neolingua è quello di fornire un mezzo espressivo che sostituisse la vecchia visione del mondo e le vecchie abitudini mentali. Una volta che la neolingua fosse stata radicata nella popolazione ogni pensiero eretico sarebbe divenuto letteralmente impossibile." da Wikipedia

Avrete saputo del cosiddetto Offshore Leaks, ufficialmente "Secrecy For Sale: Inside the Global Offshore Money Maze", studio rilasciato pochi giorni fa dal Center for Public Integrity (nome che pare uscito da "Atlas Shrugged") e basato su documenti che mostrerebbero i rapporti finanziari di quasi 130.000 individui in tutte le giurisdizioni del mondo.

Quali giurisdizioni? I paradisi fiscali. Nessuno si pone il dubbio che forse siamo noi a vivere in inferni fiscali.

Segreto, ombra, falso, illecito, evasione, fondi nascosti, riciclaggio, denaro sporco, criminalità, terrorismo. Questi sono i termini che la stampa mainstream avvicina sempre al mondo offshore e al mondo della privacy personale e finanziaria. E' la classica presunzione che chi decide di usare strumenti offshore - avere un conto bancario, un trust, una società, un deposito sicuro etc - debba necessariamente aver fatto qualcosa di male, di illegale.

Conclusione assurda: spostare i risparmi o attività offshore non è illegale. E' perfettamente legale finché vengono rispettate le dichiarazioni necessarie.

Non è roba da criminali o terroristi finanziari. E' piuttosto una delle migliori strategie per poter proteggere il proprio patrimonio contro i criminali e i terroristi finanziari.. e con ciò intendo i banchieri centrali e i politici.

Ora, guardate questo video, ufficiale:



Traduco letteralmente: "I paradisi fiscali costano a tutti noi. Senza tutti i paradisi fiscali, lo scandalo Enron non sarebbe stato possibile, o la gigante frode messa in atto da Bernie Madoff, o la crisi greca del debito."

Mi verrebbe da ridere, se non fosse che questa dovrebbe essere la crème de la crème del giornalismo investigativo mondiale e che tali affermazioni non possono essere fatte che per stoltezza o per malafede.

Bernie Madoff definì la propria truffa "un enorme schema di Ponzi". Le forze del mercato han fatto sì che la truffa venisse scoperta relativamente presto. Niente a che vedere con l'entità e la portata distruttiva degli schemi di Ponzi messi in atto da politici e banchieri centrali in quasi tutto il mondo occidentale. A norma di legge! E con ulteriore differenza, che distingue i ladri dai politici: Madoff non ha mai avuto il coraggio di reclamare la propria truffa come politica pubblica nell'interesse generale.

E la crisi greca? Bè, se credete che la crisi greca non sarebbe esistita se non ci fossero stati i paradisi fiscali.. credo siate un caso perso. Non perderò altro tempo su queste ovvietà.

Nel resto del video si criminalizza apertamente il diritto alla privacy e all'anonimato.
Ecco, se non avete a cuore la vostra privacy e il diritto altrui ad avere la propria, se non avete a cuore la vostra proprietà e il diritto altrui a disporre della propria, se non avete a cuore la moralità del denaro e dello scambio volontario contro quella del fucile, se non avete a cuore la creatività e l'intelligenza umana, se non avete a cuore la responsabilità, se non avete a cuore la casualità della vita.. se insomma non avete a cuore la libertà, siete nel posto sbagliato. In questo caso, ve ne prego, dimenticatemi.

Riecho
Editor EconomiaeLiberta.com

Nessun commento:

Posta un commento